8 marzo: non solo mimose

10:54:00 PM Posted In , , Edit This 4 Comments »
non so se sono più colpita dal crescente e divulgatissimo rapporto donna - violenza oppure dal non di meno esposto bullismo nelle scuole... in effetti sarà perchè ho due figlie che vanno a scuola ma queste situazioni mi toccano.
Sto diventando vecchia, lo ammetto, qualche tempo fa non mi avrebbero nemmeno scalfito questi fatti, pensate che ho perfino fatto un progetto per aiutare coloro che abusano dei figli...
no, ora non lo rifarei, non ne sarei capace. Non vado fiera di questo mia limite, vuol dire che inizio a "giudicare", come professionista non dovrei farlo.
Ora però sono madre e queste cose non riesco più a vederle con distacco.
Non è tanto la violenza sulle donne che mi mortifica, c'è sempre stata, ma le giustificazioni, i timori, le paure.
Scusa cara mamma, ma se il tuo bambino molesta una compagna, per qualunque ragione e in qualunque modo, perchè non gli dai quattro sberloni belli assestati, facendogli capire che tu sei donna, che tu, meriti rispetto e come te qualunque altra persona che possiede tette, culo e/o qualunque altra cosa lo faccia smaniare...
Tu mamma, se tuo figlio gira con amichetti che se non sanno cosa fare danno fuoco ai barboni, tu mamma, non cerchi di trovare giustificazioni, lo rintroni di sberle e poi semmai, gli darai tutto il tuo appoggio morale, legale e psicologico, ma non lo giustifichi per Dio!!!
E' questa totale mancanza di responsabilità "non sapevo", "non volevo", "non pensavo" ma sei rincoglionito?! cos'è che non sai, che buttando del fuoco addosso ad una persona questa brucia? Cos'è che non ti è chiaro sul fatto che se una persona brucia spesso poi muore?
Eri assente quando hanno spiegato il rispetto e la dignità umana che va preservata?
Dove hai perso il filo quando si parlava che molestare le donne, picchiare i disabili, prendersela con i più deboli in generale è da schifosi viscidi vermetti? (con tutto il rispetto per i vermetti che spesso non fanno male a nessuno)
E tu ragazzina, quando vedi che si trascende dalla normale e semplice palpatina che fa parte della scoperta del sesso e che tutti abbiamo provato e, perchè no, anche desiderato da adolescenti, se il tuo compagnuccio si smutanda in classe, perchè ti sfugge che non lo può fare? Perchè non capisci che non lo può fare nemmeno se stà toccando, palpando o fotografando la tua compagna, quella più antipatica pesante e magari pure bella stà stronza...dove ti è difficile capire che chiami la polizia? Quando ti sei persa la lezione in cui si parlava che se un essere umano dice no, vuol dire no, non vuol dire forse, ci penso, vediamo VUOL DIRE NO!!!
D'altra parte mi rendo anche conto che l'immagine femminile su cui ti devi identificare non è tra le più edificanti...qui mamme, mi dispiace ma la resonsabilità è nostra, siamo noi che dobbiamo migliorare questa pecca gravissima che ci stà sommergendo.
Noi dobbiamo puntare al rispetto della vita, della dignità, non copiamo gli americani o coloro che - ci dicono - sono meglio di noi. Noi siamo un popolo civile che si è sempre riconosciuto in valori veri, preserviamoli. Smettiamola con i finti buonismi, così fastidiosi e viscidi, torniamo a parlare di valori umani. Noi donne siamo la vita, il vero nutrimento di questo mondo, non permettete mai a nessuno di limitarvi, di umiliarvi, nemmeno ai vostri figli.
buon otto marzo a tutte.

4 commenti:

Gatadaplar ha detto...

Cara Lella... parole sante... non aggiungo altro...
Un abbraccio

Anonimo ha detto...

non so cosa dire, bellissimo questo post

Gatadaplar ha detto...

Zia Lella... quando puoi o vuoi, ti ho lasciato un paio di premietti da ritirare dalle parti del mio blog dedicato ai lavoretti... ^_^
'notte (sono le 0.02...) e buoni sogni

zia lella ha detto...

grazie gata, sei sempre presente e sicuramente verrò a ritirarmi i miei premietti che adoro.
Anonimo, non mi sembra di conoscerti e non so cosa dirti, se ripassi da qui, lasciami un indizio, un parola, MAGARI UN NOME...