TANTI AUGURI A ME

4:11:00 PM Posted In , , Edit This 8 Comments »



Domenica compio gli anni.
44, come i gatti in fila per tre con l’avanzo di due.
Da tempi memorabili, il giorno del mio compleanno mi siedo al tavolo e, con carta e penna faccio il punto sull’anno passato. Ora mi trovo seduta in poltrona, davanti al mio portatile e ho pensato di farla qui, pubblica, condividere i miei intimi pensieri con tutti voi che passate di qua. (fa tanto internet o face book)
Quest’anno non è iniziato bene: a causa di febbri e malanni delle bimbe ho dovuto saltare la cena di Natale con la sacra famiglia e a Capodanno siamo rimasti solo io e la mia dolce metà a festeggiare come due pi…la da soli davanti alla tv.
Forse non tutti sanno che la mia dolce metà è malata di sclerosi multipla, e quest’anno, tra alti e bassi ce la siamo cavata benino, senza intoppi e, soprattutto in piedi.
La mia bimba grande ha iniziato la scuola elementare e per me è stato un gran momento. Mai avrei pensato di commuovermi come una sciocca, e invece…la piccola è uno splendore di dolcezza, umanità e fantasia.
Ma ora parliamo di me. La cosa è difficile.
Per noi streghe moderne a volte è difficile staccare il personale dal familiare.
Io dunque: come ho passato quest’anno?
Professionalmente molto male. Ho pensato spesso di cambiare lavoro, ho litigato con un capo che ha una visione della realtà diversa dalla mia, ma la verità è che a 40 anni non è che si fa a gara per assumerti, soprattutto in questo periodo di crisi. Io quindi professionista sono stata male. Pensavo di essere uscita dal periodo di depressione e invece eccomi qui, ancora persa nei meandri del male oscuro. Ora ho cambiato equipe e mi trovo meglio, si lavora meglio e mi sento più gratificata e riconosciuta, per ora.
Per continuare ad essere positiva ho iniziato a fare qualcosa per me stessa e mi sono messa diligentemente a dieta, seguita da un medico, secondo tutti i criteri.
Sono dimagrita, tanto in verità, ma sul più bello, mi trovo stazionata sullo stesso kilo per mesi. Interpellata la dietologa, dopo aver effettivamente constatato che non sgarravo dalla dieta, mi ha risposto che non tutti dimagriscono, che c’è una piccola percentuale di persone che, pur mantenendo una dieta ipocalorica si fermano lì. E ti pareva, e quando mai…così, superata la crisi e vinti i diversi attacchi bulimici che mi facevano agogniare per un panino con la cioccolata, ho praticamente smesso di mangiare e sono calata di quel kilo, e ora sono ferma in quello sotto…la storia ricomincia. Quindi anche a livello di gratificazione personale e fisica, nisba.
Io come sto, alla fine? Legata agli altri, al lavoro, alla famiglia, alla mia dolce metà. Brutto? Bello? Non lo so, ma alla fine è la vita che mi sono scelta, la malattia del mio amore mi è capitata addosso, ma sono arrivata alla conclusione che


la vita è vita, non c’è alternativa.
Si cambiano gli obiettivi, cambia il percorso, ma si va avanti e se si è sicuri delle proprie scelte, si va, altrimenti ci si ferma, si pensa, si cambia, ma non è possibile che vivere perché morire non fa parte delle scelte della vita, morire è un’altra cosa.
Alla fine quindi ho 44 anni, il marito che mi sono scelta, un po’ più sfigato e avariato di quello che pensavo, ma dato che non è più in garanzia me lo devo tenere, anche perchè lo amo e lo stimo.
Ho due bimbe che, guarda caso sono le più belle, buone, simpatiche e dolci bambine del mondo (mii che fortuna ho avuto!!) stanno crescendo come volevo che fossero, altruiste, felici della vita, ancora sorprese delle bellezze del mondo e delle sue stravaganze. Non sono la mamma migliore che potessero avere, la mia è stata meglio di come sono io, ma sono l’unica mamma che hanno, faccio del mio meglio e sento che stò facendo bene,
Ho il lavoro che mi sono scelta 25 anni fa e che, malgrado i colleghi lo considero ancora piacevole e degno dell’impegno che richiede.,
Ma soprattutto ho una famiglia che sento vicina, che mi aiuta, mi appoggia e mi sostiene nei momenti difficili. Di questo vado fiera. La mia Sacra famiglia, che amo deridere, che spesso diventa vittima della mia ironia, è la cosa più bella che possa capitare a qualcuno. E’ l’eredità che ci hanno lasciato mio padre e mia madre: soldi niente, ma tanto proprio tanto Amore.
So già che qualcuno avrà i conati di vomito e gli starà salendo il diabete da tanta dolcezza, ma credetemi, vivere in un brodo cosmico di affetto rende tutto più facile e più vivibile.
Non posso lamentarmi quindi, nemmeno quest’anno posso lamentarmi.
Sarà per l’anno prossimo.

Grazie a tutti quelli che mi hanno seguito fin qui e tanti auguri a me.

8 commenti:

valverde ha detto...

E allora tanti auguri cara ... Salute,Pace,Amore e Gioia più tutto quello che vuoi...
un abbraccio da vecchia strega val :))

Anonimo ha detto...

tanti auguri, hai visto che ti ho trovato? che impresa!!! Scusa per sabato ma non sono proprio potuta liberarmi. Aspettami verrò a casa tua in settimana. Baci Berty

Anonimo ha detto...

Ciao Carissima..beh che dire? Quasi mi sono commossa! Bella letterina, bei pensieri, ma bella soprattutto la donna che li ha composti...Complimenti! Il tuo nuovo capo!!!Ma qui, semplicemente Silvia!

zia lella ha detto...

gulp e sbaragulp la mia capocentro nel mio blog??? ma soprattutto, la bertilla in internet? due colpi di scena incredibili, cosa non fanno i compleanni!!!

zia lella ha detto...

bertilla bertilla bertilla in internet....ti avevo lasciato che il tuo rapporto con il computer consisteva nel perdere regolarmente i capitoli della tesi appena scritti. complienti sei migliorata. hai promesso di farti sentire ma dove sei? BUGIARDONA

marinella ha detto...

Ti auguro 44000 giorni di felicità mia cara comare streghetta. Bacioni

Gatadaplar ha detto...

Un augurio grandissimo di Buon Compleanno con un abbraccio immenso dalla tua Collega Strega! ^___^

PS: hai fatto un riassunto di questo tuo anno meraviglioso! sei una donna forte, caparbia e meravigliosa!!! Sono felicissima di averti incrociata in questo mondo webiano! :D

Anonimo ha detto...

Ciao carissima, bhe ke dire...abbiamo una storia molto simile...quasi in tutto, tu hai però un finale migliore...io una famiglia l'avevo...
cmq, w la vita è unica è bisogna viversela!!! Auguri ancora!